Reporting sul clima trasparente in Malawi: cosa c’è bisogno, cosa c’è dopo?

0
515

Reporting sul clima trasparente in Malawi: cosa c'è bisogno, cosa c'è dopo?Gli orientamenti per la trasparenza dell’accordo di Parigi consentono ai paesi meno sviluppati di avere più tempo e sostegno per soddisfare i nuovi criteri di segnalazione del clima, ma devono rispettarli. Yamikani Idriss descrive i progressi del Malawi fino ad oggi e il sostegno ancora necessario.Yamikani Idriss è un giovane negoziatore di cambiamenti climatici per il governo del Malawi

Un contadino che coltiva le coltivazioni su un laghetto di fiume essiccato
Un agricoltore Malawiano si occupa di coltivazioni su un laghetto di fiume essiccato (foto: Asafu Chijere/pesce del mondo))

A quattro anni dall’accordo di Parigi, ogni nazione dovrebbe pianificare di soddisfare i rigorosi requisiti di rendicontazione del quadro per la trasparenza rafforzata (ETF), che entrerà in vigore dal 2024.

Anche con le indennità per risorse limitate, anche i paesi meno sviluppati (PMS) come il mio devono iniziare a lavorare per una forte attuazione del quadro, riflettendo sui contesti nazionali e individuando le misure che dobbiamo adottare per riferire in modo trasparente entro il 2024 e oltre.

Conto alla rovescia da Katowice

Conto alla rovescia da KatowiceIl “pacchetto Clima Katowice” della COP24 contiene le procedure e i meccanismi essenziali per rendere operativo l’accordo di Parigi. Ciò include modalità, procedure e linee guida comuni per L’ETF, che consiglia ai paesi di riferire sui progressi verso la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici, le perdite e i danni e la finanza climatica.

La “spina dorsale” dell’accordo di Parigi, L’ETF è stato creato per tracciare gli sforzi dei paesi per raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi. Chiedendo ai paesi di riferire ogni due anni e di fornire un sistema di revisione di queste relazioni, L’ETF sarà uno strumento cruciale per garantire il rispetto dell’accordo e per rafforzare la fiducia tra i paesi.

A causa di circostanze particolari – come capacità e risorse limitate e sfide climatiche esistenti – i PMS hanno una certa flessibilità aggiuntiva per soddisfare gli standard ETF.

Ma questo non è lungo per valutare la nostra capacità nazionale, le lacune e il sostegno di cui avremo bisogno per costruire accordi istituzionali autonomi; o per creare infrastrutture di reporting e costruire competenze.

Sfide delle nuove regole di trasparenza

Sfide delle nuove regole di trasparenzaCome tutti i paesi meno sviluppati, il Malawi si è impegnato a rispettare gli attuali obblighi di comunicazione dell’UNFCCC. Abbiamo prodotto due comunicazioni nazionali e un inventario nazionale dei gas a effetto serra (GHG); stiamo preparando il nostro primo rapporto Biennale di aggiornamento – una pietra miliare per il nostro paese.

Ma nonostante questo progresso, ci troviamo di fronte a Sfide. Ad esempio, nella preparazione degli inventari nazionali dei gas a effetto serra, il Malawi manca di competenza nazionale, di serie complete di dati e di fattori di emissione specifici per Paese nella maggior parte dei settori. Nel complesso, i metodi non sono abbastanza ben documentati. Abbiamo difficoltà a mantenere le capacità e le competenze nazionali sviluppate durante la preparazione delle comunicazioni nazionali.

Il Malawi manca inoltre di capacità e strumenti per monitorare in modo efficiente il sostegno e i progressi nelle misure di mitigazione e adattamento. Sebbene la relazione specifica sull’adeguamento non sia obbligatoria ai sensi DELL’ETF, è importante che le parti si sforzino di farlo, al fine di promuovere la trasparenza e la fiducia tra le nazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here